Elezioni italiane 2018 Luke alt

La Falange dei Risvegliati

By Luke

Un vero giocatore di Magic sa che il più delle volte essere TAPpati può essere più spiacevole che ricevere un attacco diretto ai punti vita. Essere TAPati infatti significa avere una strategia, delle carte sul banco (magari pure buone), e non poterle usare.

Questa elezione politica è ampiamente paragonabile alla peggiore strage da TAPatura mai vista in una partita, soprattutto perché in questo caso la maggior parte dei giocatori è convinta di star giocando a scopa.

Il problema in questione è la legge elettorale, ma adesso la vediamo.

Lasciatemi solo dire che per par condicio (alla quale mi appello per pietà, e della quale non sono tenuto ad osservare le regole perché, anche se per poco, questo sito non rientra nella categoria Mass Media), non dovrei parlare degli importanti schieramenti politici, o meglio, se ne parlassi, dovrei assicurare ad ognuno di loro la parità di condizioni. Ma non ne parlerò…

No.

… D’altronde sarebbe inutile dire che in ballo abbiamo:

  • Un vecchio mafioso otre di vizi, pifferaio dei sempliciotti e dei milionari, unto e non biodegradabile, in quanto costituito prevalentemente da materiale plastico. La bomba che ha causato le macerie della contemporaneità sulle quali camminiamo tutti i giorni e che ama definirsi “l’usato garantito”;
  • Un arrampicatore sociale che, ad ogni nuovo intervento razzista, vede i suoi avi calarsi dall’albero genealogico che abbandonano per la vergogna;
  • Un’arrampicatrice sociale che, ad ogni nuovo intervento fascista, vede i suoi avi bruciarlo l’albero genealogico;
  • Un parassita egocentrico che è entrato in un partito, ne ha fatto la sua tana e ha cacciato chi l’aveva costruito. Considera se stesso l’exploit della ripresa economica, l’anti-spread che ha scalzato l’imodium dalle classifiche farmaceutiche, e l’unico elemento capace di rassicurare i mercati internazionali, forse grazie alla sua dialettica impeccabile, capace di muoversi con abilità dalle frasi dei Baci Perugina fino a quelle dei Biscotti della Fortuna cinesi;
  • Uno che è convinto che per fare il Primo Ministro di un Paese da 60 milioni di teste calde basti semplicemente volerlo, e che non ci voglia una preparazione come invece avviene per un qualsiasi altro mestiere. L’esperienza maturata in ben trentun anni di vita e la profonda amicizia con un comico redento sono gli strumenti con cui tenterà di superare ogni ostacolo.

Lo so a cosa state pensando! Non ho fatto nomi e perciò non siete riusciti a capire di chi sto parlando.

Beh, ma questi sono i candidati, e strani o no, sono uno dei motivi per cui l’Italia viene chiamata Il Bel Paese.

Ah, per coloro che vorranno farmi notare che manca qualche schieramento politico, vorrei rispondere che ho specificato “importante”.

Ed eccoci.

Il Rosatellum

La legge elettorale che meglio non potrebbe rappresentare questo periodo storico: un impasto di paura e confusione.

Ad aver paura in questo caso sono quelli che l’hanno fatta la legge elettorale, e che combinazione vuole siano gli stessi che temono di perdere il posto. Certi stipendi sono affetti da un virus recidivo chiamato “Votazione”, e che sembra diffondersi per volontà popolare ogni 5 anni circa. Curioso. Ad essere confusi invece sono gli elettori. E come potremmo non esserlo?! Basta solo tentare di capire come fare a non rendere nulla una scheda, figurarsi poi a regalare accidentalmente un voto a qualche partito osceno.

Sinceramente, questa volta è difficile. E’ difficile fare una scelta consenziente.

Vai col filmato!

http://www.lastampa.it/2018/02/28/multimedia/italia/speciali/elezioni/2018/politiche/rosatellum-ecco-come-si-vota-domenica-marzo-e-quali-errori-evitare-xU82EhRQFzsVtS2odVPC7M/pagina.html

E per i più masochisti, consiglio anche:

https://www.quotidiano.net/politica/elezioni-4-marzo-rosatellum-1.3761015

Bell’espressione democratica! Proprio bella! Semplice. Sì. Bella.

E dopo lunghi mesi di comizi, prove di inegualiabile eleganza ed espressioni di inarrivabili virtù,

“Lui dice che non ci sono risposte facili! Io dico che lui non sa trovarle!H.Simpson

ci ritroviamo a dover fare il loro giochino, come piace a loro.

Non hanno una grande reputazione dell’elettorato… Ed in effetti non hanno torto, almeno su questo. Italiani pigri, disinteressati, dallo sguardo spento.

Mi sembra un po’ di stare in chiesa nel momento della questua. Tu lo sai che sono poche le cose più volgari che mettere mano al portafogli in un attimo di raccoglimento spirituale, ma il tintinnio delle monete che cadono è incantevolmente ipnotico, e smetti di pensarci.

Di questi tempi diventa sempre più difficile individuare il meno peggio, e se diventa anche problematico riuscire a fare una X su un pezzo di carta otterremo l’ennesimo governo Bis con in testa il solo pensiero di mantenere lo status quo, ed un Guybrush Threepwood con in mano una mappa che non porta ad alcun tesoro.

Che situazione, Tobey… Chi scegliere?

Tu? No, non scherzare dai. Lo sai che un vero politico deve saper recitare.

-LK-

One thought on “LA FALANGE DI RISVEGLIATI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.