Strafatti Quotidiani Luke vaccini e media

Strafatti Quotidiani

By Luke

 

Tratto dal ricettario per Mass Media:

Vaccino! Vacci! No! Vaccitu!

Come trasformare una soluzione accettabile ad un problema gigantesco in un argomento controverso!

Pochi infidi passaggi per imparare a mutare una ricetta medica in un ricettacolo di str***ate.

 

La mensa dell’informazione non ha mai avuto grossi problemi sulle portate. Sì, insomma il mondo è grande e da qualche parte capiterà ben qualcosa a qualcuno. Sono i Mass Media a fare il menù delle notizie, e sebbene l’argomento sia vasto ed ampiamente discutibile, quello che fa davvero inc***are è il vizio che hanno nel servirle. Servizio dopo servizio.

Per rimanere in tema culinario (è ora di cena) nel piatto del giorno vengono accuratamente inseriti piccoli dettagli che, seppur apparentemente ornamentali, sono capaci di rendere faziosa una notizia, con lo scopo di incanalare il pubblico in un’unica direzione, per non lasciare mai niente al caso.

Fateci caso.

Un pianoforte che accompagna un servizio di cronaca per enfatizzare il dramma, o il vocabolario dell’anchorman che cambia a seconda di quello adottato dal Primo Ministro di turno (come chiamare i servizi segreti “007 italiani”, o dei truffatori del servizio comunale i “furbetti del cartellino”). Questi e molti altri sono piccoli sintomi di un Sistema affetto da un male brutto e contagioso, e gli effetti si vedono eccome! Questa mattina al mio risveglio avevo tre soli pensieri: ho un giorno in meno da vivere, Tony Stark tira più frecciatine di Occhi di Falco, e VACCINI! VACCINI! GOTTA CATCH ‘EM ALL!

E’ un anno che lo ripetono. Trecento. Sessanta. Cinque. Giorni. almeno. 100% Brainwashing Complete.

Si si, il problema no-vax è una triste realtà ed è

***    ***    ***

Attenzione

 il programma non è adatto ad un pubblico incapace di pronunciare la “R

***    ***    ***

sul border-line dell’irreversibilità.

La vaccinazione è di fatto lo scudo più efficace a disposizione dell’uomo dopo la stella di Super Mario (e spero che su questo punto non ci sia da ridire, o dal Medioevo non avete imparato davvero niente, Putridi Monellacci!), persino il mio cane che non ha ancora imparato a parlare lo sa. Ma capire è una cosa, cambiare idea, beh… . Francamente, chi può pensare che questo indottrinamento capace di fare invidia alla propaganda comunista cinese possa far cambiare idea a qualcuno? Dopo tutti questi anni di silenzio tombale sull’argomento poi. Sarà anche vero che uno scenario post-apocalittico si vive meglio dopo aver riposato per tanto tempo, ma intanto la prassi dell’immunizzazione ha curiosamente scatenato un’epidemia fatta di paura, di odio e purtroppo di rimpianti. Al massimo questa spinta campagna sulla vaccinazione ha ottenuto un’effetto indesiderato, ha creato un dubbio, un’appiccicosa sensazione di strumentalizzazione. D’altronde anche quel pezzo di legno di Pinocchio prima o poi si è accorto dei fili. (l’organizzatore è sicuramente di Sinistra).

Forse l’unica cosa da cui siamo stati realmente vaccinati è dagli zombie, infatti dato l’attuale stato di salute dei nostri cervelli sarebbe più pericoloso per loro mangiarci che per noi essere mangiati.

Sfortunatamente però è così che gira. MA se in quel momento ti girano nel verso opposto,

l’ennesimo telegiornale ti…

Ti ttti titi ti… ti devia,

eeeesssenti un unronzzzzio,

ti sangue il ss-sale alla testa, e così, da s-solo,

 

inizi ad  U R L A R E.

 

VACCINO YEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEE! PERRRR L’AMORRR DI ODINO! VACCINO-VACCINO O NON DIVENTERO’ MAI UN BAMBINO! RESTERO’ PER SEMPRE UN BURATTINO! AL PACINO CHE CHIEDE AL PADRINO DI VACCINARE IL SUO STESSO CUGINO! QUANTA GENTE SI FA IL VACCINO AL VALENTINO DI TORINO (SI’, E POI VEDE MERLINO CHE SUONA IL VIOLINO DENTRO AL SUO SOTTOMARINO)! VACCINO L’ASSASSINO! LO IMMUNIZZO E DELLA VITTIMA CAMBIO IL DESTINO! CAZZO DI BECCHINO! SALGO SOPRA UN PINO, SVEGLIO IL MIO VICINO E LO VACCINO DRITTO, FINOOOO AAAAAL MAAATTINO! MICA CAPITAN UNCINO! LO SCIENZIATO HA FEDE NEL VACCINO! PER LUI E’ DIVINO! PER UN UBRIACONE E’ SOLO DI VINO. LA RAGAZZA SOLLEVA DEL DIVANO IL CUSCINO: ECCO DOV’ERA DI PERLA L’ORECCHINO! QUI IL VACCINO C’ENTRA COME UN TACCHINO. MI FACCIO UN PISOLINO. SOGNO UN PORCELLINO CHE PRIMA DEL PROVINO ENTRA IN CAMERINO E MI DICE <DUE MINUTI E TI VACCINO!> CADO! MI SVEGLIO E MI ROVINO! DI IT BUCO IL PALLONCINO CON LA PUNTA DEL VACCINO! BASTA SANGUE DAL LAVANDINO CHE RITORNI NEL SUO CAZZO DI TOMBINO! SAI LA PAURA DA PICCINO… ME NE HA FATTO FARE DI BUDINO NEL LETTINO! IL VACCINO DELLA ROWLING E’ CONTRO L’AVVINCINO (COSI’ -ALMENO- SCRIVE IL SUO PSICHIATRA SUL TACCUINO)! TU! CHE FAI IL SOLDATINO! COL MIRINO DEL CECCHINO TIENI D’OCCHIO TOPOLINO CHE MINACCIA QUEL RABBINO CON SEI FIALE DI V-A-C-C-I-N-O!

<Anf-Anf>   …Un aiutino, ho qualche problemino.

 

********************************** TECHNICAL DIFFICULTIES **********************************

Restate con noi e non cambiate canale!

——Obbedite teste di Canone! O vi spacco quella faccia da Audience!—–

– Televisione! Omologhiamo i vostri cervelli per venderli all’lngrosso alle multinazionali dal 1930 –

***************************************************************************************

 

Intendiamoci, non mi aspetto certo una presa di coscienza tipo rappresentante della lobby dell’informazione che sale sul palco e allargando le braccia annuncia: <Signori! Sono anni che vi manovriamo per aumentare potere e capitali, ed è solo grazie alla vostra genuflessa collaborazione che sono lieto di annunciare che Il Sistema non è mai stato così funzionale! Grazie! Grazie!> applausi. Forse.

Dio solo sa cosa accadrebbe se perdessimo l’etichetta! E’ quella alla fine che tiene unito il Paese. Quella e Giovanni Rana.

Però, anche se in questo caso l’argomento merita, si potrebbe incominciare a pensare di evitare di trattare gli spettatori come una massa di occhi bovini incollati ad uno schermo.

E invece, a quanto pare, la magia è tutta lì. Tutta la strategia della scienza della comunicazione che avrebbe lo scopo di divulgare fatti e notizie, e perché no, di integrare alla quotidianità piccoli spunti culturali, si riassume in un bombardamento di slogan pubblicitari presi 3 volte al giorno durante i pasti. Avevano più fantasia quei fascisti dell’Istituto Luce, dove per incantare una nazione bastava una voce altisonante, una scopa nel culo e una licenza (mass) media.

Ma nel XXI secolo “ripetere-ripetere-ripetere” fa vibrare i sensi di ragno tanto che anche quel genio dello Spaventapasseri del Mago di Oz incomincia a pensare che qualcuno glielo voglia mettere dietro. D’altronde, è soprattutto grazie ai Media che danno voce a malumori, frustrazioni e cronaca nera che la nostra dieta si è ridotta a pane e scetticismo, e pare quantomeno fisiologico vedere fregature e complotti nascosti dietro ogni angolo.

Loro attaccano con la standardizzazione coatta (il conformismo dei poveri), e il nostro organismo è lì seduto che l’aspetta con in mano la mannaia della diffidenza. Personalmente mi guardo bene da chi vuole imporre a tutti i costi il proprio punto di vista, specialmente quando a farlo è un telegiornale che a forza di generalizzare e di selezionare è diventato insipido quanto una bistecca di soia. Ok, non volevo dire insipido, volevo dire che fa davvero schifo. La bistecca di soia intendo. Meglio vegetariano che mangiare cadaveri, ok, ma il Gusto! IL GUSTO!!

Dottori. Specialisti. Il Merovingio. Tutti preoccupati di vendere il “pacchetto vaccino” come perfetto ed infallibile invece di ammettere che è semplicemente il meglio che abbiamo, e che l’alternativa è perdere la guerra contro degli organismi microscopici senza cervello che non fanno altro che mangiare, riposare e riprodursi. Mangiare riposare e riprodursi. Mang… Beh, perderemmo comunque contro i migliori.

Al di là del messaggio che si vuole trasmettere, per quanto essere colti, titolati o ben retribuiti possa essere un toccasana per l’ego

“Se era così intelligente, perchè è morto?” H. Simpson

chiunque può sbagliare, ed il più delle volte si sbaglia quando si è ciecamente convinti di dire qualcosa di giusto. Inoltre il contesto non può diventare un alibi dietro al quale nascondersi il giorno che l’argomento verrà raccontato ai posteri, e poi checcaz**! Vedere bianco è radicale tanto quanto vedere nero.

Ufffffffffffffffff.

Quello che sto cercando di dire, e che mi riesce difficile per una lunga lista di motivi psicologici, evidentemente, è che peggio di un ciarlatano che se ne va in giro nudo ad urlare le sue assurde teorie complottistiche sui vestiti è uno scienziato che pensa di aver la risposta esatta ad una domanda incompleta. Sono pochi quelli che non accettanto la logica imprescindibile a cui mira la scienza, ma a tutti stanno sul culo i presuntosi.

E’ un errore da dilettanti credere che fare un discorso a senso unico sia la modalità più efficace con la quale convincere le persone ad affrontare una crisi. Una scelta che può sembrare forte si sgretola non appena si realizza che esistono altre verità. Basta pensare a quegli scarti di percentuale, a quelle persone su cui la prevenzione funziona solo in parte, o peggio, ha dato luce ad effetti… Beh, diciamo inattesi, va’.

Tobey Potere Responsabilita
“Da un grande potere derivano grandi responsabilità”, non è vero Tobey?

“Le cose non sono legate”, “Coincidenze”. Ad un tratto si parla del Caso, che per la cronaca fa l’effetto di una violenta scarica di diarrea sulla vostra autorevolezza, e le vostre certezze indefesse vanno a farsi benedire.

Poi, non ho davvero la più pallida idea di quanti enti siano interessati a finanziare studi che tentino di trovare falle nel sistema-vaccini col solo scopo di renderli più sicuri, dal momento che a far girare la Terra non è il moto rotatorio come vuole farci credere la fisica, ma sono i Soldi, e come già detto, in quanto a profilassi per un’epidemia non esiste un piano B.

Se lo studio sulla pericolosità di queste fiale esiste, chissà che il Controllato controlli il Controllore. Cose già viste. Questo sì che è davvero un Sistema autoimmune!

Comunque, ad ogni nuovo assolo di vaccino suonato in Tv non riesco a non pensare a quel povero str***o che riscontra delle complicazioni senza che prima della puntura gli venga almeno spiegato che esiste quella possibilità. Sono anche convinto che dirgli che ha avuto tanta sfortuna non sarà sufficiente a farvi invitare al suo venerdì dei tacos.

E’ scritto sul palinsesto ormai, continueremo ad essere travolti nella mischia di coincidenze e causalità ancora per molto tempo, almeno fino a quando non si saprà qualcosa in più sull’argomento.

Non a tutti va male comunque! Sembra infatti che quando i telespettatori sono presi nel strapparsi i capelli, i giornalisti facciano tanti bei reportage.

Proprio mentre parliamo, pare che il noto saggista Fredèric-Alfons Bugiardino sia al lavoro su quella che ha tutte le carte in regola per diventare una delle sue migliori Storie Infinite. Che Fortunadrago!

Detto questo, lasciate che chiarisca:

Sono vaccinato,

vaccinerei i miei figli se ne avessi,

e so che i vaccini hanno salvato e salvano tuttora la vita delle persone. A quanto pare, l’essere sperduti nelle Langhe non è una causa sufficiente per non far parte di questo contesto spazio-temporale – e a tal proposito, in ossequio ai miei doveri di leale suddito rendo i miei più sentiti auguri di pace e longevità al governo del neo Re d’Italia, Umberto II di Savoia.

 

**************************************** PUBBLICITA’ ***********************************

Uno studio dimostra che dire “uno studio dimostra che” basta a farvi bere qualsiasi cazzata.

***************************************************************************************

 

Comunque sia, i meccanismi che stanno alla base dei ragionamenti dei Mass Media rimangono più contorti di un ragionamento di Di Caprio. In “Shutter Island”, ben inteso.

 

Ebbene:

Essi NON vogliono che il pubblico abbia PAURA dei vaccini, pertanto, PER PAURA che il messaggio abbia più di un’interpretazione, non parlano dei lati negativi dell’argomento, anche se modesti, ma USANO LA PAURA per spingere le persone a vaccinarsi!!!

Auau! <clap-clap> roba che manco ad Arkham Asylum.

Tanto per darvi un’idea, vi lascio con qualche citazione tratta dai vari notiziari quotidiani – dato che probabilmente verrò deportato su un’isola deserta con un pallone di nome Mr. Wilson per amico (cosa che comunque farebbe lievitare la mia sfera sociale) per aver trattato argomenti come l’immunità in questo Paese. Magari godessi di quella parlamentare.

 

<UN ALTRO BAMBINO MORTO PER IL MORBILLO! NON ERA VACCINATO!>

<E’ LEGGE! I VACCINI SONO OBBLIGATORI! SI PARLA DI CONTRAVVENZIONI, DI INTERDIZIONE, DI RECLUSIONE…>

<I MEDICI CHE SCONSIGLIERANNO LA VACCINAZIONE SARANNO RADIATI DALL’ALBO.>

 

******************

-LK-

One thought on “STRAFATTI QUOTIDIANI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.