ALLA FIERA DEI FUMETTI *Natale*

Posted on

Illustrazione per l'infanzia di Natale 2019 _by Luke

Alla fiera dei Fumetti

By Luke

 

In questo periodo di Festa, oltre al consueto scambio di beni materiali, siamo chiamati ad affrontare noi stessi con il temuto esame di coscienza annuale. Eh già, se le pulizie di casa si fanno in primavera, quelle dell’anima si fanno in inverno. Non è sempre facile riflettere su un altro anno della nostra vita che è passato, dover ripercorrere le fatiche che abbiamo affrontato per andare avanti, rimpiangere il tempo che siamo riusciti a sprecare, e soprattutto convivere con la consapevolezza di quelle battaglie che abbiamo perso contro noi stessi per rimanere nella luce.

E’ proprio in questo ritiro spirituale, in questo clima di meditazione, che ho capito una cosa.

Ho appreso. Ho realizzato finalmente.  

 

Prima o dopo, verremo tutti quanti divorati dal topo di Disney.

 

Si, potrà sembrare il solito vaneggiamento di uno che non esce mai dal suo Studio, o l’epifania di una magica notte passata a tentare di domare gli spasmi dei conati dopo aver finito quel vasetto aperto di funghi scaduti che avevate spinto in fondo al frigo, nel tentativo di dimenticarli come si fa per i brutti ricordi sepolti nell’inconscio, ma non è poi così incredibile, se mi seguite. Pare innocuo, con il suo fare ottimista e le sembianze di un piacevole personaggio d’animazione. E’ alto tre volte la sua testa ed è sempre felice, lui. E come potrebbe non esserlo. Il problema è ciò che è rimasto nella matita degli animatori, quella sua natura capitalistica, quell’indole da predatore alfa che lo agita, dilaniato da una fame incessante che non conosce sazietà. Quella fame…

Si è nutrito di tutte le case indipendenti del mondo dell’intrattenimento che è riuscito a trovare, con il plauso dell’antitrust che da tempo lo osserva incapace di sbattere le palpebre, attonito e sgomento se ne resta in un angolo paralizzato all’idea di essere consumato come un sorbetto per sciacquarsi la bocca tra una portata e l’altra.

La fantasia ha un’etichetta con il prezzo, Disney lo sa bene visto che con il suo ultimo affare si è accaparrato gran parte dell’immaginario occidentale.

E allora mi sono detto: Maguire dei miei stivali! Ma butto giù un testo, no!? Un canto di Natale, un’ode per celebrare la solenne ascesa di un roditore che si è fatto predatore per noi, l’ultimo della catena alimentare.

 

La canzone sta per essere caricata! Ci scusiamo per il disagio

e state

lontani

DALLA LINEA GIALLA!

 

Lk

3 thoughts on “ALLA FIERA DEI FUMETTI *Natale*

  1. I really like it every time people do something nice for others, even with a “simple” Christmas story! Thanks!
    Lisbeth Bendix

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.